PROFILO

INNOVAZIONE TECNOLOGICA: AL CENTRO DEI NOSTRI PROGETTI 

Situata a Bergamo, nel cuore della Lombardia, Tecnomatic offre macchine e progetti chiavi in mano per l'industria del tubo in plastica. Dal 1977 un'azienda in continua evoluzione che ha saputo crescere in sintonia con i cambiamenti del mercato e affermarsi nei principali mercati di produzione tecnologica. Individuare le esigenze del cliente, analizzare la fattibilità del progetto, definire l'offerta economica e verificare i costi di produzione, costituiscono il punto di partenza. Passione, tecnologia e qualità del personale, i mezzi per ideare le soluzioni ottimali con un giusto equilibrio tra design, innovazione ed esigenze produttive. 



STORIA

ANNI 
70
Il SIg. Camillo Lupi fondò TECNOMATIC nel 1977 a Bergamo, l'azienda inizialmente operava nel settore della meccanica di precisione per la costruzione di macchinari ed impianti per conto terzi. 

ANNI 80
Nata come azienda del settore meccanico, diventò poi produttrice di teste d'estrusione per PVC all'inizio degli anni 80. L'efficiente prestazione dei macchinari realizzati, contribuì in modo significativo al passaparola in tutto il settore dell'industria plastica. Di conseguenza Tecnomatic entrò in contatto con aziende ben consolidate e le venne commissionata la realizzazione di teste d'estrusione per alcuni produttori italiani di estrusori. 
Nello stesso decennio ebbe inizio anche la produzione di teste d'estrusione per materiali in PO e, avendo nel frattempo allestito un piccolo ufficio tecnico, venne affiancata anche la produzione di piccoli co-estrusori e vasche. 
Uno dei risultati più prestigiosi raggiunti è stata la realizzazione di una testa di grandi dimensioni, la più grande del tempo e di molti anni a seguire.
L'aumento della domanda di mercato e l'espansione dell'attività spinse l'azienda a istituire un'ufficio commerciale in grado di coordinare il lavoro verso i mercati internazionali. Intorno alla fine degli anni 80, l'azienda generò circa il 40% dei ricavi dall'esportazione.

ANNI 90
Nel 1992, l'espansione dell'attività portò al traferimento presso una nuova sede, situata vicino all'aeroporto internazionale di Bergamo "Il Caravaggio", dove l'azienda è situata ancora oggi. 
Trasferendosi in un nuovo stabilimento, al fine di consolidare ulteriormente l'attività aziendale, si decise di ampliare la gamma di prodotti, includendo la progettazione e la produzione di estrusori monovite.
All'inizio del 1999, le dimensioni dell'azienda vennero ulteriormente estese con l'apertura di un nuovo edificio adiacente alla sede, adibito ad area di collaudo, come magazzino e area espositiva. Da allora, i macchinari sono soggetti a collaudo prima della consegna, inoltre viene offerta al cliente l'opportunità di essere presente mentre i macchinari sono in funzione
.

2000
Il primo decennio del nuovo secolo è stato caratterizzato da investimenti costanti nella R&S, al fine di portare l'azienda ad avere un ruolo fondamentale nel campo dei macchinari e delle linee per tubi in plastica. Uno dei principali obiettivi in questi anni è stata la progettazione di una nuova linea di estrusori ad alta prestazione con L/D 30, caratterizzata dalla più recente ed avanzata soluzione tecnologica del tempo. Il risultato del miglioramento della qualità e della prestazione dei macchinari, si è rispecchiato nelle vendite di Tecnomatic, con un'incremento dell'esportazione verso tutti i principali mercati mondiali e circa il  90% della produzione è stato destinato ad oltre 100 nazioni differenti. Di conseguenza il reparto vendite è stato riorganizzato e nel frattempo è stata creata una rete di rappresentanti ed agenti in grado di soddisfare le esigenze della clientela ed offrire supporto ed assistenza. 

2010
Tra l'inizio e la fine del nuovo decennio, Tecnomatic ha ulteriormente rinnovato il suo porfolio prodotti e ha introdotto una nuova serie di estrusori con L/D 37, progettata non solo in versione tradizionale con riduttore, ma anche in una versione del tutto nuova senza riduttore, in grado di migliorare la prestazione energetica. Un ulteriore passo per innalzare gli standard qualitativi è stata la progettazione di una nuova gamma di teste d'estrusione, denominata Venus. L'obiettivo di questa nuova generazione di teste, progettata dal reparto tecnico in un paio d'anni, è stato quello di potenziare la prestazione delle teste d'estrusione, riducendone la dimensione con una geometria a spirale ancora più compatta, diminuendo l'accumulo di pressione e introducendo sistemi come il raffreddamento ad aria in grado di abbassare i requisiti di raffreddamento delle linee di produzione di tubi. Questa gamma di teste è anche stata progettata in una versione per tubi multistrato e per dimensioni sino a 2600 mm. Passarono solo alcuni anni dall'introduzione sul mercato dell'estrusore Vega in 37 L/D ed un nuovo miglioramento venne portato a termine con il lancio della serie Zephyr, la quale presenta un nuovo rapporto in  L/D 40, garantendo prestazioni migliori e riducendo la temperatura di lavorazione del fuso e dei requisiti energetici . Nel contempo, il crescente mercato ti tubi complessi per migliorare la resistenza e le proprietà tramite la combinazione di materiali differenti., ha spinto l'azienda a sviluppare nuove teste d'estrusione basate sulla tecnologia a spirale radiale e per soluzioni fino a sette strati. La continua evoluzione della tecnologia viene ulteriormente testimoniata dal livello raggiunto dall'azienda con un numero significativo di installazioni in tutti i continenti e con alcuni dei più conosciuti leader del mercato. 


















La prima officina